Neurinoma dell’acustico

Il neurinoma dell’acustico o schwannoma vestibolare è un tumore benigno a sviluppo intracranico. Questo tumore origina dalle cellule di Schwann del nervo vestibolococleare. coinvolgendo la porzione vestibolare dell’ottavo nervo cranico . Questi tumori sono a lenta crescita e vengono calssificati in base alla sede e alla dimensione; distinguiamo: -tumori di dimensioni inferiori a 1 cm localizzati all’interno del canale uditivo interno (Koos I); -tumori che si estendono al di fuori del canale uditivo interno minimamente all’angolo pontocerebellare (Koos II) -tumori di dimensioni inferiori a 3 cm con espansione prevalente all’angolo pontocerebellare che raggiungono il tronco cerebrale (Koos III) e tumori di dimensioni maggiori ai 3 cm, che determinano compressione del tronco

Sintomi

La ipoacusia unilaterale progressiva associata ad acufeni (percezione di un ronzio o di un fischio) possono essere gli unici sintomi, più raramente insorgono vertigini.

Trattamento

Il trattamento si basa sulle dimensioni e sul comportamento del tumore; piccoli tumori stabili nel tempo possono essere semplicemente monitorati mediante risonanza magnetica,
Altre soluzioni sono l’approccio chirurgico e il trattamento radioterapico con gammaknife.
La chirurgia è di scelta nel caso di pazienti di giovane /media età e la scelta dell’approccio dipende dalla sede e dalla estensione del tumore: tumori localizzati al condotto uditivo interno causanti sordità profonda che tendono alla crescita e/o che determinano sintomatologia ribelle al trattamento possono essere trattati per via endoscopica esclusiva attraverso il condotto uditivo esterno con minima morbilità intraoperatoria e minima degenza postoperatoria (vedi sezione dedicata), nel caso di tumori a prevalente sviluppo nell’angolo pontocerebellare verrà invece utilizzata una via translabirintica o una via retrosigmoidea endoscopica assistita in base alla compromissione uditiva e alle dimensioni del tumore.