Carcinomi dell’osso temporale

Sono tumori maligni che originano in genere dalla pelle del condotto uditivo esterno e interessano nella loro progressione la mastoide, la cassa del timpano , la parotide e la articolazione temporo- mandibolare, negli stadi più avanzati possono infiltrare la dura della fossa cranica media e il seno sigmoide.

Sintomi

L’unico sintomo può essere dato da una sordità di trasmissione monolaterale più o meno associato a otalgia , la otorrea può associarsi se il tumore ha determinato una infezione a carico dell’orecchio medio ed esterno, in caso di infiltrazione della parotide una paralisi del nervo facciale può insorgere per infiltrazione della struttura nervosa da parte del tumore.

Trattamento

Il trattamento è chirurgico e dipendentemente dallo stadio di malattia; nei tumori di piccole dimensioni una petrosectomia subtotale con chiusura del condotto uditivo esterno è il trattamento di elezione, nei tumori con estensione maggiore una resezione dell’osso temporale è da considerare, associata ad una parotidectomia totale e a svuotamento laterocervicale nella stessa seduta, inoltre viene considerato il sacrificio del nervo facciale e la sua ricostruzione in caso di infiltrazione nervosa. Nel postoperatorio è sempre suggerita una radioterapia per migliorare il controllo della malattia a distanza