Approccio transcribriforme

Questa via endoscopica permette di asportare tumori che si localizzano a livello del piatto cribriforme, alla doccia olfattoria con estensione anche intracranica,
tra i tumori più frequentemente trattati per questa via ricordiamo:

  • meningiomi della doccia olfattoria
  • neuroestesioblastomi
  • tumori maligni dell’etmoide con infiltrazione durale

Descrizione

Mediante approccio endoscopico dalle fosse nasali , la lesione sarà asportata insieme al piatto cribriforme e a parte del tetto etmoidale. Questa via chirurgica necessita della esecuzione di una etmoidectomia completa bilaterale con asportazione del setto nasale, le orbite saranno il limite laterale della resezione , una procedura di draf 3 a unificare i seni frontali determinerà il limite anteriore della resezione mentre il planum sfenoidale rappresenterà il limite posteriore. Mediante una fresa si asporterà la lesione tumorale

intracranica rimuovendola insieme al piatto cribriforme (figura 1,2, 3,4) e a parte del tetto dell’etmoide garantendone la radicalità.

Il difetto creato tra la fossa nasale e la regione cerebrale verrà riparato mediante lembi peduncolati a partenza dalla fossa nasale , creati sempre endoscopicamente che consentono la copertura della intera base cranica anteriore.
Un tamponamento nasale riassorbibile e un palloncino foley verrà applicato nella fossa nasale a sostegno della ricostruzione e mantenuto in sede per alcuni giorni del postoperatorio.